Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.


Faretti dinamo

(90 Articoli)

  Marchio

Selezionato:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

  Prezzo (€)

  • -
    Accetta

  Recensioni clienti

Selezionato:

Dinamo - Sempre sulla bici, sempre affidabile

Non sono soltanto le luci a batteria a diventare sempre più piccole, più leggere e più potenti. Anche i sistemi fissi di illuminazione a dinamo non sono paragonabili a quelli di 10 anni fa, che nella maggior parte dei casi venivano ancora azionati da una dinamo laterale. Oggi le dinamo vengono inserite nel mozzo e sono decisamente le più diffuse, offrono ottime prestazioni di energia affidabile per la luce con meno attrito. Inoltre è possibile abbinarvi anche le lampade moderne a dinamo. I faretti anteriori e luci posteriori degli esperti di sistemi di illuminazione come Busch & Müller, Supernova o Trelock producono luci ben regolabili per la città e abbaglianti di prima classe per le strade di campagna prive di illuminazione.

CLASSIFICARE
Pagina 1di
2
 
CLASSIFICARE
Pagina 1di
2

La dinamo della bicicletta

Dinamo Bicicletta Supernova

Al momento dell’acquisto di una bicicletta nuova spesso non si bada a degli accessori che vengono considerati superflui, ma in realtà essi possono essere fondamentali per la sicurezza del ciclista e delle persone con cui condivide la strada. Tra questi accessori è importante non trascurare il tipo di illuminazione presente sulla bicicletta e se questa ne è sprovvista è consigliabile scegliere i faretti giusti e montarli a più presto sul mezzo. Il Codice della strada italiano, infatti, prevede l’obbligo di montare degli appositi faretti nella parte anteriore e posteriore della bicicletta quando la si usa per spostarsi di notte. In realtà è raccomandabile avere un sistema di luci anche se non si usa la bicicletta di notte, perché è importante potere vedere e essere visti dagli altri pure in situazioni diurne di poca luminosità, come in galleria o quando c’è nebbia.

Il sistema di illuminazione più conosciuto e più antico è sicuramente la dinamo per bicicletta, un apparecchio che veniva appoggiato sul copertone e attraverso una piccola rotella faceva girare un motore. Il motore a sua volta trasformava l’energia meccanica data dal movimento della ruota in energia elettrica che quindi andava ad alimentare un faretto. Le prime dinamo per bicicletta erano ingombranti, producevano poca energia, facevano molto rumore e andavano a rallentare il movimento della ruota, spingendo il ciclista a fare uno sforzo di pedalata eccessivo. Inoltre la luce era spesso intermittente, specialmente quando era necessario pedalare lentamente o quando il biker era troppo stanco. Per questi motivi la dinamo per biciclette non era considerata un accessorio molto popolare e venne rimpiazzata quasi del tutto da sistemi di illuminazione a batteria. In realtà negli ultimi dieci anni si è assistito a una vera e propria resurrezione della dinamo, grazie soprattutto agli sviluppi tecnologici e dei materiali.

Le dinamo moderne sono molto diverse dai primi modelli perché sono montate nel mozzo della bicicletta, pur funzionando sempre grazie alla forza di attrito. I principali vantaggi delle nuove dinamo per biciclette rispetto a quelle classiche da copertone sono la silenziosità e la minore resistenza all’attrito. Rispetto ai faretti a batteria garantiscono una maggiore autonomia, infatti una luce a batteria potrebbe scaricarsi da un momento all’altro senza preavviso e lasciare il ciclista al buio nel momento meno opportuno. Nel caso della dinamo elettrica questo inconveniente non si verifica, perché finché si pedala ci sarà luce. Tra le marche produttrici di dinamo per bicicletta troviamo la Busch & Müller e la Trelock.

La capacità luminosa della dinamo elettrica

Per quanto riguarda la capacità luminosa della dinamo elettrica, essa è in grado di produrre una tensione alternata di circa 6 Volt, con una potenza di 3 watt che quindi riesce ad alimentare due lampadine, una posta sopra la ruota anteriore e una sul portapacchi o sul parafango posteriore. Per essere più precisi la tensione che può essere prodotta dalla dinamo è variabile in base alla velocità che si raggiunge pedalando. I valori di 6 Volt e 3 watt si riferiscono a una velocità di circa 10-15 km all’ora mentre se si va troppo veloce, come per esempio in discesa, ci possono essere dei problemi per le lampadine. Con una tensione superiore ai 7 Volt, infatti, quest’ultime potrebbe sovralimentarsi e bruciare, quindi in questi casi è consigliabile rallentare o staccare il contatto con la dinamo elettrica.

Le dinamo per bicicletta più innovative permetto di non sprecare e sfruttare l’energia meccanica prodotta dalla bici non solo per accendere le lampadine ma anche per caricare uno speciale alimentatore che trasmette energia e ricarica dispositivi elettronici come il lettore gps, lo smartphone o altri apparecchi a batteria.



Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -18
02 6006 3055
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?
Scrivi recensione