Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.


City bike donna

(82 Articoli)

  Sistema freni

Selezionato:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

  Misura ruota

Selezionato:
  •  
  •  

  Taglia telaio cm Ti preghiamo di notare che la taglia consigliata è solo indicativa. Sulla pagina del prodotto puoi trovare un calcolo esatto della tua taglia ideale in base alla lunghezza delle gambe.

Selezionato:

Inserisci la tua altezza e noi sceglieremo la taglia adatta a te:

Conosci già la taglia del telaio adatta a te? Sceglila direttamente:

  Marchio

Selezionato:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

  Peso (approx. kg)

  • -
    Accetta

  Numero di marce

  • -
    Accetta

  Tipo di materiale

Selezionato:
  •  
  •  

  Colori

Selezionato:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

  Prezzo (€)

  • -
    Accetta

  Recensioni clienti

Selezionato:

City bike da donna - Per distinguersi tutti i giorni

Di solito le city bike da donna dispongono di un telaio più curvo rispetto ai modelli da uomo. Alcune marche producono con successo addirittura modelli di bicicletta da città in due versioni. Non importa se con il telaio con salita in sella facile o con quello più curvo, una volta in sella queste city bike sanno bene come coccolare le loro conducenti durante i percorsi quotidiani con un equipaggiamento molto ricco: parafanghi, luci, cavalletto e campanello, un cambio affidabile e semplice e ruote create appositamente per fronteggiare i pericoli del traffico cittadino. È in base alla preferenze personali che bisogna poi decidere se prendere il cambio a mozzo dalla bassa manutenzione, e i freni a contropedali oppure il cambio a catena e i freni a disco.

City bike da donna
Classificare
Pagina 1 di
2
 
Classificare
Pagina 1 di
2

La city bike da donna

Bicicletta Cube

La storia della nascita e dello sviluppo della bicicletta è intrecciata con le lotte di emancipazione femminili, infatti questo mezzo economico e pratico, che nei primi anni era riservato solo agli uomini, iniziò lentamente ad essere amato anche da molte donne e a divenire il simbolo della loro nuova libertà. Al giorno d’oggi la bici è ormai un mezzo di trasporto universale, apprezzato da uomini e donne di tutte le età, tanto che anche in Italia si sta assistendo a una vera rinascita delle due ruote, soprattutto nelle città. Il pubblico femminile sta diventando sempre più numeroso ed esigente e cerca dei modelli di city bike da donna che siano tecnologici e funzionali ma anche eleganti e di design. La risposta delle aziende non si è fatta attendere e sul mercato si trovato moltissimi tipi di bici da città da donna, perfetti per riscoprire il bello di pedalare nei centri urbani.

Caratteristiche della city bike da donna

È innegabile che uomini e donne abbiano una fisionomia diversa e per la comodità di entrambi le loro biciclette sono costruite in maniera diversa. Il fisico femminile è caratterizzato da un bacino più largo, un busto più corto e le braccia e gambe più lunghe in proporzione al rispetto al resto del corpo. Le city bike da donna, quindi, differiscono da quelle da uomo per:

  • canna obliqua: le biciclette da donna hanno la canna obliqua mentre quelle da uomo sono dotate di canna orizzontale. Questa caratteristica deriva dalle prime biciclette prodotte in serie alla fine dell’1800. All’inizio tutto le biciclette avevano una canna orizzontale perché serviva a rinforzare la struttura, realizzata in materiali meno robusti di quelli moderni. Le donne dell’epoca, però, erano solite indossare vestiti ampi con gonne a strati e mostrare le gambe, anche solo una caviglia, era visto come un vero attacco alla morale. Per questo era molto complicato per una donna scendere e salire da una bici senza scandalizzare i passanti. Così i produttori di biciclette lanciarono un prototipo con canna obliqua che riscosse un grande successo tra il pubblico femminile. Da quell’epoca la convenzione è rimasta e ancora oggi i modelli per donna montano una canna che permette di montare e smontare dalla sella senza alzare troppo le gambe. Questa caratteristica è utile anche per le city bike da donna moderne, che possono essere guidate anche da chi indossa la gonna.
  • sella da donna: generalmente la sella montata su city bike da donna è più larga, soprattutto sul retro, a causa della fisionomia del bacino femminile. Queste selle aiutano a prevenire dolori al fondoschiena anche per pedalate più lunghe. Esistono anche delle selle speciali con foro centrale che possono risultare più comode per l’anatomia della donna.
  • manubrio più corto: la larghezza del manubrio deve essere uguale alla larghezza delle spalle e poiché le spalle femminili sono solitamente più strette rispetto a quelle maschili, le bici da città da donna montano manubri più corti.
  • leve più piccole: le mani di una donna sono più piccole e quindi maneggiare delle leve dei freni e del cambio troppo grandi potrebbe essere difficile. Per questo le leve delle city bike da donna sono leggermente più piccole e permettono di frenare o cambiare le marce in tutta facilità e sicurezza.
  • telaio colorato: i produttori di bici propongono modelli di city bike da donna di molti più colori, anche sgargianti. La marca Ortler propone modelli di bici da città da donna in colori classici ma anche in rosso e bordeaux, mentre la marca Electra offre telai dai colori vivaci come giallo, verde e azzurro.
  • accessori femminili: sul mercato esistono moltissimi accessori per bicicletta adattati al pubblico femminile come adesivi, borse, cestini e campanelli.

Come scegliere la city bike da donna

Per scegliere la city bike da donna giusta bisogna tenere in conto i seguenti fattori:

  • materiale: le city bike da donna hanno un telaio in acciaio, materiale molto resistente e più pesante, o in alluminio, più leggero e mediamente resistente. La marca Creme propone vari modelli in acciaio mentre la marca Vermont ha in catalogo modelli in alluminio.
  • taglia del telaio: per le bici da città da donna esistono modelli con telaio dai 40 cm, adatte per donne o ragazze alte 1,30m, fino ai 60 cm, per donne alte fino a 1,90m.
  • cambio: tra i vari modelli di city bike da donna ci sono ancora alcuni singlespeed, ovvero senza cambio, ma la maggior parte è 3 o a 7 velocità. La scelta del cambio dipenderà dalla zona in cui si userà di più a bici: se la città è in pianura 3 velocità possono essere sufficienti mentre in collina è meglio optare per un cambio più sportivo.
  • tipo di freni: le bici da città da donna sono dotate di freni a disco (meccanici o idraulici), U-brake o V-brake. I freni a disco garantiscono una buona forza frenante anche sul bagnato ma sono più pesanti mentre i freni a U-brake e a V-brake sono formati da una forcella a U o V che si stringe per bloccare la ruota in modo veloce e potente. Anche questi funzionano bene in condizioni non ottimali e sono più facili da sostituire in caso di rottura.


Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -18
02 6006 3055
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?
Scrivi recensione