Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.


Attacchi MTB

(130 Articoli)

  Materiale

Selezionato:
  •  
  •  

  Morsetto manubrio (mm)

Selezionato:
  •  
  •  
  •  

  Peso (g)

  • 103 315

  Marchio

Selezionato:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

  Prezzo (€)

  • -
    Accetta

  Recensioni clienti

Selezionato:
Classificare
Pagina 1 di
3
 
Classificare
Pagina 1 di
3

Gli attacchi per il manubrio MTB: la base per la tua passione

Attacco Manubrio MTB

L’attacco del manubrio è un componente che collega il manubrio con la forcella e con il resto della bicicletta, quindi è l’elemento base che serve per imprimere la direzione alla bici. Si chiama anche pipa, oppure “stem” in inglese.

Le caratteristiche principali del manubrio MTB

L’attacco del manubrio ha il compito di stabilire la direzione della bicicletta, quindi è molto importante. Determina infatti la velocità d cambio di direzione, la posizione del ciclista sul manubrio, il comfort in base al percorso scelto.

Ad un attacco manubrio più corto corrisponde una bicicletta più reattiva e veloce nelle sterzate e viceversa. Per scegliere l’attacco del manubrio mtb giusto per la propria bici bisogna tenere in considerazione l’inclinazione e l’estensione dell’attacco.

’inclinazione è la misura dell’angolo che si crea tra la forcella e l’estensione, perciò il manubrio risulterà più o meno inclinato, portando il ciclista a stare più disteso o più proteso verso la parte anteriore della bici.

L’estensione si misura in mm dalla forcella al centro della testa del manubrio. Rappresenta l’altezza del manubrio e generalmente ha una misura variabile tra i 90 e 130 mm, salvo casi personalizzati dovuti a misure antropomorfiche particolari del singolo ciclista.

Che cos’è l’attacco del manubrio per mtb?

Il manubrio classico, che ormai si produce soltanto per le biciclette da passeggio classiche, prevede un attacco con un gambo, che può essere più o meno lungo e che si regola in altezza, e un’estensione. Il manubrio specifico pe le mtb, invece, non ha il gambo.

È stato inventato negli anni ’90 e tecnicamente si definisce “aheadset”. L’attacco del manubrio per mtb ha una chiusura che si fissa direttamente al cannotto della forcella.

Rispetto al manubrio classico, questo tipo di attacco manubrio è molto più leggero proprio perché non ha il gambo, è più compatto e rigido e permette una posizione del ciclista più aerodinamica.

Come si fissa l’attacco del manubrio per mtb?

L’attacco del manubrio è composto da una testa, che si può aprire completamente, a differenza dell’attacco manubrio classico che ha un unico serraggio.

La testa ad apertura completa si fissa con un sistema di quattro viti e permette di infilare la curva del manubrio senza la necessità di smontare gli altri elementi del manubrio come le leve dei freni, quindi è molto pratica.

Quanti tipi di attacco manubrio per mtb esistono?

L’attacco manubrio per la mtb ha la funzione di proteggere da urti e impatto con il terreno, quindi deve offrire resistenza e durevolezza nel tempo, oltre a facilitare i movimenti del rider: salite, discese, brusche accelerazioni e sterzate improvvise, figure acrobatiche ed evoluzioni. In base al tipo prevalente di percorso, esistono principalmente due tipi di attacchi manubrio per mtb.

L’attacco per i manubri flat è indicato in particolare per mantenere a lungo posizioni distese, con il peso del corpo spostato all’indietro, quindi è ideale soprattutto per le lunghe discese. L’attacco per il manubrio flat, invece, è stretto e dritto, e porta il ciclista a spostare il peso in avanti. È indicato quindi per i percorsi in salita.

Differenze e caratteristiche dell’attacco manubrio per mtb rise o flat

L’attacco per manubrio mtb rise è indicato per percorsi lunghi con molte discese e per chi mantiene a lungo la posizione sulla bicicletta, quindi ad esempio per le maratone.

L’attacco ha delle dimensioni tra gli 80 e i 100 mm e permette di scaricare il peso del corpo sulla schiena piuttosto che sulle braccia, rendendo la pedalata confortevole e una posizione in sella inclinata all’indietro.

Al contrario, l’attacco per manubrio mtb flat prevede solitamente il fissaggio direttamente sula forcella e una lunghezza molto inferiore, che si aggira intorno ai 50 mm.

È quindi un attacco che porta ad avere un manubrio stretto, con il peso del corpo spostato in avanti e ideale per pedalare a lungo in piedi, quindi è l’attacco giusto per chi effettua lunghe salite.

Di quali materiali è composto l’attacco manubrio per mtb?

Data la necessità di offrire resistenza e durata nel tempo, gli attacchi dei manubri per le mtb sono solitamente in acciaio, in carbonio, in alluminio, in titanio o materiali compositi.

L’acciaio è il materiale più resistente e più pesante, offre durata e sicurezza eccezionali, l’alluminio è il materiale più leggero, ma va controllato con più frequenza perché rispetto all’acciaio tende ad usurarsi e a rompersi prima.

Gli attacchi manubrio per mtb più diffusi sono realizzati con leghe di alluminio, a volte con l’aggiunta di rame, oppure rivestiti con materiali composti, che li rendono più resistenti agli urti.

Il titanio è eccezionalmente resistente e durevole, ma è molto costoso, quindi la produzione di attacchi per manubrio mtb in titanio è rara. Gli attacchi manubrio per mtb in carbonio sono un’ottima scelta per coniugare comodità e leggerezza, si tratta infatti di un materiale che offre comfort aggiuntivo perché è molto resistente agli urti e agl impatti.

L’attacco per manubrio mtb in carbonio va comunque montato con attenzione perché è più delicato.



Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -18
02 6006 3055
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?
Scrivi recensione