Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.


Freni idraulici (11 Articoli)

Utilizzo

Selezionato:

Modello

Selezionato:

Marchio

Selezionato:

Prezzo (€)

  • -
    Accetta

Recensioni clienti

Selezionato:
Classificare
Pagina 1 di
1
 
Classificare
Pagina 1 di
1

I freni idraulici per le MTB

Freno idraulico MTB

I freni idraulici per le MTB sono diventati la scelta standard per tutte le discipline MTB, dal Downhill al Freeride, perché il sistema idraulico presenta caratteristiche più efficienti del sistema con freni meccanici. La differenza fondamentale risiede nel sistema di frenata: nei freni idraulici, sia quelli con i dischi che quelli con i pattini, i freni sulle ruote sono azionati da un olio invece che dalla pressione dei cavi.

Come funzionano i freni idraulici delle mtb? I freni a pattino

La differenza tra i sistemi meccanici e quelli idraulici risiede nel fatto che i freni tradizionali vengono azionati tramite la pressione del cavo, mentre nei sistemi idraulici un liquido oleoso passa nei tubi e aziona due stantuffi su cui sono fissati i pattini che bloccano la ruota.

Quindi, anche i freni idraulici delle mtb hanno cavi e pattini, solo che nel caso del sistema idraulico le leve del freno sono collegate ai pattini con dei tubi in cui passa l’olio.

I freni a pattino con sistema idraulico sono diventati praticamente un prodotto di nicchia a causa dell’ingresso nel mercato dei freni a disco. Si tratta comunque di un ottimo sistema che coniuga la stabilità dei pattini e la potenza del sistema idraulico, quindi, soprattutto per le mtb, è una buona soluzione.

I freni a pattino sono composti dalle leve freno, una per manubrio, da un sistema di tubi dalle leve al mozzo, da uno stantuffo e da un piccolo serbatoio posto vicino alle leve che contiene l’olio che serve per frenare.

Le leve del freno vanno scelte con molta cura, perché presentano forme, dimensioni, materiali e rigidità diversi. Devono essere ergonomiche e adatte alle dimensioni della propria mano. È importante regolarle in modo da non dover imprimere troppa forza: devono essere inoltre regolate all’altezza adatta per permetterne l’uso con le ultime tre dita della mano senza spostare la mano dal manubrio.

Il sistema di frenata vera e propria sulla ruota prevede una coppia di pattini, che si stringono sul cerchione per bloccare la ruota.

Quali sono i vantaggi dei freni idraulici per le mtb?

La differenza tra i sistemi meccanici e quelli idraulici risiede nel fatto che i freni tradizionali vengono azionati tramite la pressione del cavo, mentre nei sistemi idraulici un liquido oleoso passa nei tubi e aziona due stantuffi su cui sono fissati i pattini che bloccano la ruota.

Quindi, anche i freni idraulici delle mtb hanno cavi e pattini, solo che nel caso del sistema idraulico le leve del freno sono collegate ai pattini con dei tubi in cui passa l’olio. Il connubio tra il sistema dei pattini e il funzionamento idraulico presenta diversi vantaggi per la frenata.

In primo luogo, i pattini hanno bisogno di essere regolati raramente e sono molto semplici da sostituire, perché non è necessario svitare o regolare viti o altri elementi. Inoltre, il tubo rivestito da guaina attraverso cui passa l’olio non ha bisogno di manutenzione, a patto che sia montato correttamente, perché difficilmente si verificano perdite di olio, o rotture.

Riguardo alla frenata, i freni idraulici per le mtb sono, a parità di qualità dei materiali, più potenti ed efficaci, perché l’olio blocca la ruota in modo immediato alla pressione della leva del freno, senza creare attrito e senza perdita di tempo, perché non ci sono allungamenti del cavo come nel sistema meccanico e non ci sono punti di contatto tra passacavi, guaina ecc.

Come si usano i freni idraulici sulle mtb?

I freni con sistema idraulico sono meno modulabili rispetto a quelli con sistema meccanico, cioè hanno una frenata molto più pronta. Data la loro maggiore potenza sono meno stancanti, in particolare per i lunghi tratti su terreni sconnessi, perché permettono di applicare una forza minore sulle leve e quindi di stancarsi di meno.

Per questo motivo, però, se si usano per la prima volta sulla propria mtb, è necessario fare un po’ di pratica agendo sulle leve del freno: con il tempo e in base al percorso e alla velocità sarà possibile individuare il controllo giusto sulla leva, facendo più o meno pressione in base alle esigenze.

La potenza e il peso dei freni idraulici per mtb

Sulle discese ripide, in condizioni di terreno umido e fangoso o magari su sentieri sterrati, la frenata è un fattore davvero importante. La capacità di frenata in queste condizioni si riduce con tutti i tipi di sistemi: i freni idraulici per mtb sono la scelta ideale per questi tracciati perché permettono di esercitare meno pressione per frenare prima.

I freni idraulici per le mtb sono spesso realizzato in acciaio, con elementi di alluminio, carbonio o titanio nei casi più costosi. Il peso di questi freni è maggiore rispetto al sistema meccanico ma si tratta di differenze minime.

Freni idraulici per mtb: stabilità e sicurezza

I freni idraulici delle mtb hanno bisogno di una manutenzione minore rispetto ai freni con sistema meccanico, perché si usurano in più tempo e perché non ci sono cavi che si possono allungare o rompere.

È importante però che il sistema sia montato in modo corretto da personale esperto. Il rischio, anche se raro, dei freni idraulici per le mtb è la rottura del tubo che contiene l‘olio, ad esempio in caso di caduta o incidente.

La sostituzione del tubo va fatta da meccanici esperti, anche perché la contaminazione dell’olio sui pattini rende la frenata non efficace.



Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3055
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?