Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.


Corone (203 Articoli)

Utilizzo

Selezionato:

Livello di cambio anteriore

Selezionato:

Livello di cambio posteriore

Selezionato:

Marchio

Selezionato:

Colori

Selezionato:

Prezzo (€)

  • -
    Accetta

Recensioni clienti

Selezionato:
Classificare
Pagina 1 di
4
 
Classificare
Pagina 1 di
4

Le corone per le bici: le regine della trasmissione

Corona Rotor

Nel ciclismo, la corona è una ruota dentata che ha il compito di trasmettere il movimento dai pedali alla ruota. Ciascuna corona presenta dei denti, che possono essere tutti uguali uno all’altro o diversi, e si fissa alla guarnitura della bici grazie a una serie di bulloni specifici.

Si tratta pertanto di un componente essenziale.

In particolare, la corona per bici, o le corone, poiché ne possono essere presenti su ciascuna bici da una a quattro, sono il componente più grande della trasmissione sulla bicicletta e si trovano sulla parte anteriore, mentre i componenti più piccoli, posteriori, si chiamano pignoni. Il rapporto tra le corone e i pignoni determina le marce della bicicletta.

Cosa si deve considerare prima di acquistare o sostituire le corone della bici?

Le corone per la bici si determinano in base ai denti, all’interasse dei fori e al girobulloni. Il numero di denti è inciso sulla corona con una sigla che comprende il numero di denti e la lettera T, dall’inglese T, teeth (denti).

Questo numero va preso come riferimento quando si deve comprare una corona nuova per la bici, perché deve essere uguale o inferiore a quella precedente.

L’interasse misura la distanza tra due fori vicini sulla corona. In caso di sostituzione, inoltre, è importante verificare la compatibilità della corona nuova con la propria pedivella prendendo la misura del girobulloni.

Questa misura, in cm, rappresenta il diametro della circonferenza che attraversa i bulloni. L’interasse e il girobulloni non sono standardizzati: ciascuna casa produttrice ha le sue misure, che devono essere compatibili, altrimenti la corona nuova non si può montare.

Quante corone ha una bici?

Le bici nascono con una sola corona. Le biciclette economiche, quelle da passeggio e quelle a scatto fisso, cioè quelle su cui non si possono cambiare i rapporti, hanno una sola corona. Altre bici, come le bici da corsa e le mtb, possono avere fino a quattro corone anteriori.

In base al numero di corone presenti sulla bici, quindi, la guarnitura si definisce singola, doppia o tripla. La guarnitura singola, con una corona, è quella più presente sulle city bike e sulle biciclette per i bambini, ma anche, di recente, sulle mtb, con la particolarità che la corona si può rimuovere e sostituire.

La guarnitura doppia è generalmente diffusa per le corone delle bici da corsa: entrambe le corone si possono sostituire perché non sono integrate sulle pedivella. La guarnizione tripla è specifica per la disciplina trekking, ma si trova spesso anche su biciclette datate.

Quali sono le tipologie delle corone per la bici?

In genere, le corone per la bici possono essere integrate alla pedivella, quindi in un blocco unico, oppure separate. Le corone integrate vanno sostitute insieme alla guarnitura completa, mentre quelle separate sono fissate alla pedivella destra con dei bulloni.

Esistono anche le corone ovali: si tratta di corone dalla forma ovalizzata, cioè non perfettamente simmetrica, si utilizzano in particolare come corone per le mtb e come corone delle bici da corsa perché migliorano la pedalata.

Le corone per bici: le dimensioni

Le corone hanno dimensioni molto variabili. La grandezza delle corone si misura con l’unità base di mezzo pollice. Il numero dei denti di ciascuna corona varia, in base alla disciplina, da 22 a 70.

Come si fa a sapere quando si deve sostituire una corona?

Le corone per bici hanno bisogno di manutenzione costante, che comprende il controllo di forma e ingranaggi dopo ogni uscita, in particolare su percorsi accidentati, e la pulizia con acqua e sgrassatore.

In generale, le corone sono soggette ad usura, deformazioni, rotture di uno o più denti, oppure possono piegarsi. Perciò è essenziale ispezionare le corone.

Queste sono usurate quando ad esempio il perno non si incastra perfettamente al centro tra due denti, perché questi sono assottigliati, oppure quando i denti si rompono a seguito di una caduta. Le cadute possono anche causare le piegatura di un dente o della corona.

Come si proteggono le corone e che cosa serve per la manutenzione

Esistono vari accessori per proteggere la corona e il ciclista. Gli accessori per proteggere la corona da urti e rotture comprendono ad esempio dei canali per il salto della catena, che aiutano i perni ad inserirsi nei denti, e dei proteggi corona, che sono dei dispositivi che si montano sul telaio o sulla guarnitura e hanno la funzione di diminuire l’impatto dovuto a urti, pietre, ostacoli.

I sistemi per proteggere i ciclisti, molto utili per le corone per le mtb, e le corone per bici da corsa, comprendono invece dei copri corona, in inglese bashguard, che evitano il contatto con lacci di scarpe o pantaloni.

Dopo aver acquistato la corona, per mantenerla in buono stato bisogna dotarsi di stracci e sgrassatori per mantenerla pulita, di chiavi specifiche per estrarre i bulloni e bloccare dadi e viti, e di grasso bianco per mantenere oleate le viti. In caso di blocchi, poi, è sempre utile lo sbloccante.



Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3055
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?