Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.

Pedali Automatici Bici da Corsa

88 Articoli
Tipo
  • 86
  • 1
  • 1
Compatibilità
  • 16
  • 16
  • 19
  • 7
  • 10
  • 7
Marchio
  • 16
  • 2
  • 1
  • 1
  • 2
  • 18
  • 1
  • 2
  • 2
  • 14
  • 17
  • 1
  • 7
  • 3
  • 1
Serie
  • 8
  • 8
  • 2
  • 13
  • 2
  • 2
Power meter
  • 2
Peso per paia in g
  • 130 432
Colori
  • 57
  • 0
  • 1
  • 3
  • 7
  • 8
  • 0
  • 0
  • 1
  • 0
  • 0
  • 0
  • 9
  • 0
  • 0
  • 1
  • 18
  • 0
  • 0
Prezzo in €
Recensioni clienti
Classificare
 
Pagina 1 di
2

Pedali per bici da corsa: come sono fatti

Pedali automatici bici da corsa

Le bici da corsa si sono evolute nel tempo nei loro componenti, divenendo, ad oggi, veri e propri gioielli di tecnologia. Ciò le rende apprezzabili sia dai corridori agonistici sia dai semplici appassionati amatori, per le sue caratteristiche di leggerezza, scorrevolezza e velocità.

I pedali delle bici da corsa sono una delle tre parti, oltre alla sella e al manubrio, con cui il ciclista è in contatto con il suo mezzo meccanico. In particolare, il pedale è il punto di appoggio per i piedi che consente la trasmissione della pedalata agli altri elementi della bicicletta, trasformandola in movimento lungo la strada, ossia è lo strumento che serve a dare la forza centripeta alla bici.

I pedali sono avvitati per mezzo di un’asse sulle pedivelle, in senso contrario a quello della pedalata per evitare che si possano svitare durante il movimento. L'asse di solito è fabbricata in acciaio o in titanio. Il secondo è più leggero, quindi più pregiato.

Il corpo del pedale ha lo scopo di offrire al piede del ciclista la migliore base di appoggio possibile, che deve essere adeguata a sostenere la forza esercitata dal ciclista durante il movimento. Inoltre, deve essere realizzato in modo da favorire l’aggancio del piede in qualsiasi momento. Anche qui, in quanto a materiali, si cerca la maggiore leggerezza. Il corpo può essere realizzato in alluminio, in materiale plastico o composito, in carbonio o in magnesio.

Il pedale ospita anche il sistema utilizzato per agganciare e sganciare la suola dello scarpino dalla base di appoggio del pedale stesso, che varia secondo il modello scelto.

Il perno del pedale collega infine il pedale alla pedivella; il corpo del pedale ruota attorno al perno mediante cuscinetti. Per la produzione dei perni si utilizzano prevalentemente leghe di acciaio o titanio.

Pedali per bici da corsa a sgancio rapido

Il pedale deve garantire un appoggio efficace al piede del ciclista e per questo motivo è dotato di un aggancio che trattiene la scarpa appositamente progettata. Attualmente i pedali utilizzati nelle bici da corsa sono quelli a sgancio rapido, un’evoluzione rispetto alla soluzione precedente che prevedeva la presenza di una gabbietta metallica e di cinghiette o altri componenti che vincolavano il piede del ciclista al pedale in modo fisso durante la pedalata. I pedali automatici, infatti, oltre ad assicurare la sicurezza di marcia anche in discesa e in velocità evitando lo scivolamento del piede sul pedale, consentono una pedalata più fluida e la garanzia di una corretta azione biomeccanica,

Con questo tipo di pedale il ciclista può agganciare la suola della scarpa al pedale mediante apposite tacchette o altri sistemi di sgancio rapido, soluzione che permette sia di poter sganciare facilmente e rapidamente il piede dal pedale ruotando verso l’esterno la caviglia e spostando la tacchetta di un angolo in grado di vincere l’aggancio delle molle, sia di migliorare la fluidità della pedalata grazie alla maggiore libertà di movimento del piede rispetto al pedale.

Il sistema di aggancio può essere tarato sia in forza che in libertà angolare. Nel primo caso si può regolare la tensione della molla che agisce sulla placchetta che imprigiona la tacchetta e si può decidere quanta forza sia necessaria per liberare il piede o permetterne l’aggancio. Per quanto riguarda la libertà angolare del piede, ossia quanto il piede può ruotare sul piano del pedale senza provocarne lo sgancio, questa soluzione è stata adottata per lasciare al piede la possibilità di un minimo assestamento ed eliminare il rischio di infiammazioni tendinee dovute al posizionamento fisso.

Utilizzando pedali per bici da corsa a sgancio rapido, dunque, si spinge ma contemporaneamente si può anche tirare il piede verso l’alto grazie al fatto che esso si trova fissato al pedali. In questo modo si utilizzano altri muscoli del proprio corpo, si aumenta la potenza, si trovano nuove energie quando ci si sente spossati, e si allevia la tensione sulla schiena, che, nel caso di lunghe salite, può farsi intensa nella parte lombare.

Scegliere il pedale da corsa adatto

La gamma dei pedali per bici da corsa disponibili sul mercato è ampissima nella varietà di peso, materiali utilizzati, possibilità di regolare la forza e l'angolazione del sistema di sgancio rapido e quindi di prezzo. La scelta, oltre che dal tipo di disciplina, dipende dal tipo di pedalata desiderata – con più o meno flessibilità e libertà di movimento – e dal grado di esperienza del ciclista. In ogni caso, tutti i pedali moderni permettono al piede un minimo di libertà angolare. Nei modelli più pregiati è anche possibile scegliere il grado di libertà radiale mediante una leva di regolazione oppure sostituendo il tipo di tacchetto sotto la suola della scarpa. Prima di procedere all'acquisto, tuttavia, è importante accertarsi che tutti i componenti siano compatibili tra loro (scarpa, pedale, tacchetta, pedivella).



Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3055
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?