Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.


Power meter

(30 Articoli)

  Utilizzo

Selezionato:
  •  
  •  

  Marchio

Selezionato:
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

  Peso per paia (g)

  • 358 398

  Prezzo (€)

  • -
    Accetta

  Colori

Selezionato:
  •  
  •  
  •  

  Recensioni clienti

Selezionato:
Classificare
Pagina 1 di
1
 
Classificare
Pagina 1 di
1

Power meter: il compagno ideale per il tuo allenamento

Power meter

Il power meter, o misuratore di potenza per la bici, è un dispositivo elettronico che misura la potenza della pedalata. Questo dispositivo è sempre stato appannaggio dei ciclisti professionisti, perché permette di misurare in modo molto dettagliato la forza applicata sui pedali durante le varie sessioni, con la possibilità poi di registrare e scaricare i dati su di un PC per creare un diario di allenamento. È indispensabile quindi per allenamenti, prima delle sessioni di gara, per la preparazione atletica e per tenere sotto controllo in modo assolutamente preciso il rendimento, valutando prestazioni e potendo migliorare costantemente. Proprio per questo motivo, è uno strumento molto utile per tutti gli appassionati, anche per chi va in bici a livello amatoriale.

Come funziona il power meter?

Il power meter è composto da tre elementi: un hardware, un software e un display. Funziona a batteria e calcola la potenza espressa dal ciclista sui pedali in watt.

In sintesi, il misuratore di potenza per la bici quantifica la potenza muscolare del rider, in base alla forza impressa sui pedali e al modo in cui si pedala. Per questo motivo, analizza entrambi i pedali, permettendo anche di stabilire in percentuale quale parte lavora di più e quale di meno. I dati raccolti dall’hardware vengono trasferiti automaticamente su di un display, che restituisce in ogni momento la potenza con cui si sta pedalando.

Questi dati vengono immagazzinati e registrati, e tramite un cavo si possono scaricare su dispositivi come PC, computer, fissi, tablet e smartphone, permettendo di avere sotto controllo l’andamento del proprio allenamento.

Quanti tipi di power meter esistono?

In base al punto della bici su cui si monta l’hardware, i power meter possono essere a pedale, da guarnitura, da pedivella o da mozzo.

Premesso che tutte le tipologie di power meter sono affidabili e precisi perché restituiscono i watt di potenza in modo completo, la differenza risiede nel prezzo, in varie funzioni accessorie e nella comodità di installazione e di eventuale trasferimento da una bici all’altra. Il misuratore di potenza per la bici che si installa sul pedale, anche chiamato a tacchetta, è il tipo più semplice da montare e smontare perché basta una semplice chiave.

Può essere indicato quindi per chi magari vuole portarlo con sé in viaggio ma senza la bici, per montarlo montare su di un’altra noleggiata, oppure se ha due o più bici diverse, per misurare il rendimento fisico in base alle diverse caratteristiche di bici e percorso.

Il power meter che si installa sulla guarnitura richiede un minimo di competenza meccanica, perché è necessario smontare e rimontare la guarnitura; il power meter da pedivella è uno dei modelli più economici ma anche questo ha bisogno di un estrattore, da acquistare separatamente, per smontare la vecchia pedivella, mentre quello da mozzo si installa sul mozzo posteriore.

Perché acquistare un power meter?

Questo misuratore di potenza per la bici si sta diffondendo tra tutti i tipi di ciclisti e i prezzi sono diventati abbastanza popolari, perché è un sistema unico e preciso per valutare il proprio allenamento.

Tra i vantaggi di utilizzare il power meter, c’è la possibilità di ottenere dati precisi e misurabili della potenza dell’allenamento, e questa precisione non si può ottenere con altri strumenti, ad esempio con il cardiofrequenzimetro che misura soltanto i battiti cardiaci per minuto, ed è un dato davvero fondamentale per sapere quanto possiamo allenarci, quando diminuire o aumentare l’intensità dello sforzo in base a dati, e di avere un parametro per migliorare di continuo.

Inoltre la possibilità di trasferire i dati su di un dispositivo permette di sostituire i diari cartacei, sostituendo questo con una versione digitale in cui sono inseriti tutti i dati relativi alla sessione, secondo per secondo: ad esempio la potenza istantanea, la potenza media, i picchi, e la differenza percentuale della potenza tra le due gambe.

Il power meter come alleato per migliorare la sezione in sella e per l’allenamento

Oltre alla possibilità di imparare dai propri errori valutando volta per volta il proprio rendimento, il misuratore di potenza per la bici è molto utile per trovare la posizione giusta sulla sella, che rappresenta il compromesso ideale tra la comodità e una posizione aerodinamica che permette di raggiungere grandi velocità e di pedalare in modo efficiente.

Grazie al power meter, infatti, si può misurare la potenza della pedalata di ogni posizione assunta, cambiando di volta in volta parametri come altezza sellino, altezza stem e posizioni di gambe, busto e braccia, valutando poi in base ai dati qual è la migliore.

La misurazione della potenza secondo per secondo permette poi di migliorare in corso, semplicemente guardando i dati, e il diario dell’allenamento è un ottimo modo per mettersi alla prova e migliorarsi, proprio perché i progressi sono visibili e misurati giorno dopo giorno.



Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -18
02 6006 3055
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?
Scrivi recensione