Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.

Frenesia natalizia - Per te sotto l'albero di Natale il 20% di sconto sull'abbigliamento | CODICE: NATALE2

La nuova tendenza? Utilizzare la bici da corsa fuori strada!

La Gravel bike moderna: stile, varianti, radici

Il design delle Gravel bike: Gli ingredienti per una buona bici Gravel

Consigli per convertire la tua bici in una Gravel bike

I fan della corsa hanno scoperto il potenziale delle strade in ghiaia o irregolari e dei sentieri forestali. Fino a poco tempo fa questi percorsi erano utilizzati principalmente dagli appassionati di Mountain bike. Oggigiorno invece vengono progettate delle versatili biciclette da corsa di nuova generazione la cui popolarità è in continua crescita. Grazie ai loro pneumatici leggermente più larghi e allo stile sportivo, sono abbastanza robuste da affrontare le piste in ghiaia e al tempo stesso abbastanza veloci per l’utilizzo su strada. Queste bici sono enormemente versatili e catturano l’interesse sia degli appassionati delle corse sia dei mountain biker esperti.

A giudicare dal calendario degli eventi del mondo del ciclismo e dai tipi di bici che le grandi marche stanno producendo, la popolarità delle Gravel bike è già in aumento. La maggior parte dei grandi produttori ne propone almeno un modello per questa stagione. Per molti tipi diversi di ciclisti, le bici Gravel sono esattamente il tipo di prodotto che stanno cercando. Nelle pagine seguenti vorremmo presentarti il ciclismo Gravel e le caratteristiche principali di queste nuove bici.

"Per noi, il Gravel rappresenta la “decategorizzazione” del ciclismo e una decisione consapevole di andare in bicicletta come e dovunque si voglia. Ciò che in passato era impossibile è diventato ora possibile grazie alla crescente popolarità del ciclismo Gravel, e siamo fermamente convinti che quest’ultimo porterà ad una nuova tendenza che attrarrà sempre più appassionati sostenitori, sia dal mondo della corsa che da quello delle mountain bike."

Stephan Geiß, Brandmanager di VOTEC


Stiamo aspettando con impazienza l’arrivo del VOTEC GRAVEL FONDO 2017! Ospitato dal team VOTEC, questo evento di due giorni che si svolgerà il 9 e 10 settembre, combinerà le epiche discese in ghiaia e forestali con i segmenti STRAVA selezionati. Questa combinazione tra facili piste e sentieri sportivi è il weekend perfetto per un’esperienza Gravel! Partendo dall'area di Baiersbronn della Foresta Nera, il sentiero guiderà i ciclisti tra le familiari piste in asfalto fino alla natura mozzafiato del parco nazionale.


La moderna Gravel bike

Che cosa rende una bici una Gravel bike?

Le Gravel bike, anche chiamate “biciclette all-road, adventure bike o disc-crosser”, appartengono alla famiglia delle biciclette da corsa, nonostante le loro capacità nell’utilizzo fuori strada. Un parente stretto è la classica bici da ciclocross. Anche le biciclette da corsa per lunghe distanze hanno avuto una grande influenza sulla progettazione delle Gravel bike, così come le caratteristiche delle mountain bike quali i freni a disco, i copertoni tubeless o i potenti sistemi di trasmissione. Senza queste influenze, le Gravel bike nella loro forma moderna non avrebbero potuto essere concepite. Solo la combinazione tra le seguenti caratteristiche può risultare in una vera e propria Gravel bike:

  • Una posizione di seduta per bicicletta da corsa, per un andamento sportivo e veloce su strade asfaltate e sterrate.
  • Un interasse leggermente più lungo rispetto alle biciclette da corsa su strada, l’utilizzo di freni a disco e di copertoni tra 32 e 45 mm di larghezza.
  • Una posizione di seduta meno aggressiva in confronto alle classiche bici da cross da competizione, un movimento centrale più basso per la sicurezza, efficienza e comfort sulle lunghe distanze.

La combinazione di componenti moderni e le lievi differenze nella geometria creano in realtà un genere completamente nuovo. I produttori hanno interpretato in modo diverso i loro modelli di bici Gravel: alcuni puntano più sulla sportività mentre altri sull’utilizzo quotidiano. Alcuni modelli sono progettati per un prevalente utilizzo su strada mente altri sono più adatti ai terreni accidentati. Questa varietà di scelta potrebbe inizialmente confondere, ma il vantaggio è che si potrà trovare esattamente la bici che risponde alle proprie esigenze.

Le varianti

Se si desidera una bici sportiva per le corse, progettata per giri veloci su superfici variabili, è necessario cercare una bici leggera con una posizione di seduta sportiva e un sistema di propulsione 1x11. Questi modelli hanno solitamente freni a disco idraulici. Un tipico esempio di questo tipo di bici è la VOTEC VRX.

Se si necessita di una bici che sia confortevole ed efficiente anche dopo molte ore in sella, è necessaria una bici con un maggior numero di rapporti. Le biciclette con rapporti 2x11 e una posizione di seduta confortevolmente sportiva progettata per lunghe distanze sono ideali. A seconda del tipo di itinerario preferito, la bici dovrebbe essere in grado di ospitare copertoni relativamente larghi.

Se si desidera utilizzare la bicicletta Gravel per il ciclismo su strada, è necessario un modello che consenta il montaggio di parafanghi. Diversi produttori stanno già dotando i loro modelli degli attacchi di montaggio necessari. Lo spazio sufficiente per i parafanghi in combinazione con copertoni da 28mm o 30mm è spesso uno standard sulle bici Gravel.

Se si desidera una bici Gravel per tour sportivi o per gite di più giorni con i bagagli, o per un utilizzo come una bici veloce per gli spostamenti quotidiani, bisognerebbe munire la bici di parafanghi, portabagagli e di un sistema di illuminazione. Sono inoltre molto importanti i freni sul telaio e la forcella, un ampio numero di rapporti, una tecnologia semplice e spazio sufficiente per copertoni larghi. Alcuni produttori offrono delle gravel bike completamente equipaggiate per l’utilizzo quotidiano.

Le origini

Come molte tendenze ciclistiche, anche quella delle bici Gravel ha le sue origini negli Stati Uniti. Lì, all'inizio degli anni 2000, divennero molto comuni le corse su lunghe distanze, nate dal desiderio di esplorare percorsi secondari isolati e terreni diversi. L’affrontare strade con ghiaia divenne quindi più una necessità che un desiderio.

Percorsi più lunghi su strade con ghiaia erano quasi inevitabili nell'entroterra degli Stati Uniti se si voleva rimanere solo sulle strade secondarie. Oggi la scena ciclabile statunitense sta vivendo un vero boom di eventi Gravel a lunga distanza, dove migliaia di ciclisti affrontano centinaia di chilometri di piste. Quello che una volta era uno sport di nicchia è diventato oggi incredibilmente popolare nel mondo delle biciclette.


Il design delle Gravel bike

Dettagli tecnici sulle Gravel bike

Oltre al comportamento di guida, alla posizione seduta e ai copertoni di spessore maggiore, ci sono molti altri aspetti che riguardano le bici Gravel, tra cui leggerezza, stabilità e comfort, i quali sono gli aspetti più importanti da tenere in considerazione.

  • Minore è il peso, maggiore sarà la velocità di movimento
  • Poiché sono progettate per l'uso sia fuoristrada che sull’asfalto, i disegn delle bici Gravel non privilegiano la possibilità di risparmiare peso sugli altri aspetti.
  • A differenza delle mountain bike ammortizzate, le bici Gravel non offrono lo stesso livello di ammortizzamento per il ciclista, ma offrono tuttavia una sensazione liscia sull’asfalto e rispondono molto bene anche sui terreni irregolari.

Telaio e forcella:

Di norma, l'alluminio o il carbonio sono i materiali utilizzati per il telaio, in quanto entrambi capaci di creare strutture molto stabili e leggere. I telai in carbonio sono più leggeri e robusti mentre l'alluminio è il materiale preferito per le bici più economiche. Quasi tutti i produttori utilizzano forcelle in carbonio per i suoi vantaggi quali peso, stabilità e smorzamento. Per gli stessi motivi, i modelli più costosi offrono anche il manubrio e il reggisella in carbonio.

Freni a disco:

Il secondo fattore chiave per le biciclette Gravel è il freno a disco. La loro capacità di frenata, significativamente migliore, giustifica lo sforzo di regolare il telaio e la forcella, anche a causa dei pesi ridotti. Nei modelli più economici, vengono spesso utilizzati freni a disco meccanici o semi-meccanici, che offrono un'elevata potenza frenante indipendente dalle condizioni ambientali.

Ruote:

Poiché i cerchioni non sono necessari per frenare, i costruttori hanno la possibilità di costruire cerchioni più leggeri realizzati in alluminio e carbonio. Normalmente, le ruote della bici Gravel hanno un cerchione leggermente più ampio per consentire ai copertoni di posarsi in modo sicuro e solido. Il diametro di 12 mm del perno passante, invece dei tradizionali quick release da 5 mm, offre una maggiore stabilità nel telaio e nelle ruote, senza effettivamente aggiungere alcun peso.

Propulsione:

Per far sì che la bici sia adatta a percorsi e terreni diversi, occorre una vasta gamma di rapporti. I modelli di bici Gravel sono quindi disponibili con doppia guarnitura compatta (50/34) o da cross (46/36) combinata con cartucce molto ampie. Sempre più frequentemente vengono utilizzate propulsioni semplici 1x11 senza deragliatore, ma con solo una leva del cambio sinistro e una sola corona. Sono combinate con cassette graduate estremamente ampie con un massimo di 42 denti, il che significa che la bici è in grado di affrontare tutte le situazioni. Le unità 1x11 hanno anche il vantaggio di essere semplici e leggere.

Copertoni:

La caratteristica più suggestiva delle biciclette Gravel sono i copertoni, larghi fino a 45 mm ma che non presentano il classico profilo robusto. La crescente offerta di copertoni più larghi ma veloci è un fattore chiave per il successo continuo delle bici Gravel. I copertoni tubeless, che aumentano le proprietà di rotolamento e la sicurezza, sono anche ampiamente utilizzati.


Suggerimenti per la conversione: rendi la tua bici adatta all’utilizzo Gravel

Coloro che possiedono una bici da corsa aero o una MTB ammortizzata troveranno difficoltà nel convertire la loro compagna di avventure in una bici Gravel. Tuttavia, se si possiede una bici da ciclocross oppure una bici da corsa sulla quale possono essere montati copertoni più grandi, è possibile migliorare notevolmente le capacità sulle lunghe distanze e il potenziale sui vari terreni soltanto con alcuni piccoli aggiornamenti.

Copertoni più larghi e meno profilati

Spesso, le biciclette da corsa offrono spazio per pneumatici più larghi. 30-40 mm e un profilo leggero offrono non solo più volume ma anche più comfort, trazione e sicurezza. Una differenza di pochi millimetri rispetto alla configurazione classica può non sembrare molto, ma si fa nettamente notare. Per i ciclisti che vogliono divertirsi sia su strada che fuori strada in qualsiasi momento, i copertoni Gravel sono la scelta migliore. Sulle bici da Cyclocross consigliamo di sostituire i copertoni da Cross dotati di un profilo con tacchette con dei Semi Slick dal rotolamento più leggero.

Più scelta per la propulsione

Lontano dalle strade asfaltate si nascondono salite più ripide che spingono i sistemi di trasmissione verso i propri limiti. Per ottimizzare la propulsione, raccomandiamo dei pacchi pignoni che offrono una scelta più ampia. Ciò significa che l’impiego del maggior numero possibile di pignoni (11 velocità) con il pignone più grande di almeno 32 denti, dovrebbe essere il minimo; una scelta più ampia sarebbe anche meglio.

Meglio il tubeless che l'alta pressione

I kit di conversione offrono tutto il necessario per poter eliminare la camera d'aria dal tuo copertone. Molti copertoni sono oggi predisposti per la conversione tubeless e rendono facile l'effettuazione della modifica. I vantaggi sono una maggiore resistenza alle forature con minore pressione dell'aria e resistenza al rotolamento. Per passare al tubeless ed eliminare la camera d’aria, avrai bisogno di un cerchione adatto, di un copertone predisposto per tubeless e di un kit tubeless con latte sigillante, misurino, nastro per cerchioni e valvola.

Comfort per mani e fondoschiena

Per un comfort maggiore su strade sterrate e impervie si consiglia di cambiare il nastro del manubrio e di sostituire il sellino da corsa con un modello di sellino più adatto.


Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3055
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?