Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.

Summer Tour - Scegli la tua bici e vai - Risparmia il 15% su tutte le marche!* Codice Sconto: ESTATE15

In bici anche d‘inverno

Sempre più persone si recano a lavoro in bicicletta ogni giorno, anche durante le stagioni più fredde come autunno e inverno. È un buon esercizio per mantenersi in forma, evitando autobus e metropolitane affollate, sempre nel rispetto dell’ambiente. Andare in bici in inverno non è poi così proibitivo come molti credono, basta avere l‘equipaggiamento giusto. In questa guida ti mostreremo l’abbigliamento e l’attrezzatura adatti per affrontare l’inverno in sella alla tua bici.

Vestirsi contro il freddo

Andare in bici in inverno comporta una maggiore organizzazione rispetto all’estate. Se fuori piove e fa freddo dovrai quindi assicurarti di restare al caldo e all’asciutto, senza sudare troppo, cosa che ti farebbe sentire ancora più freddo. Il nostro suggerimento è di vestirsi a strati: in questo modo ci si può facilmente adattare all’eventuale cambiamento delle condizioni climatiche durante la marcia e di giorno in giorno.

Gli strati di vestiti da indossare:

1.Intimoche assorbe la sudorazione e lascia la pelle asciutta.

2.Strato base layertraspirante.

3.Caldo strato midlayerche assorbe il sudore senza disperdere il calore corporeo.

4.Giacca impermeabile/antivento o Softshellper proteggersi dalle intemperie.

Intimo e base layer

Un completo intimo caldo e uno strato base layer traspirante e ad asciugatura rapida sono indispensabili contro il freddo. In base alla temperatura esterna puoi scegliere se indossare uno o più strati, imparando velocemente quanti te ne servono per mantenere il corpo a una temperatura costante. I materiali più usati in questi casi sono la lana e le fibre sintetiche con diversi spessori.

Materiale sintetico

+/- Fresco
+ Asciuga rapidamente
+ Durevole
+ Conveniente
+ Facile da lavare

- Più cattivi odori
- Meno caldo
- Da lavare frequentemente
Lana

+/- Caldo
+ Mantiene il calore anche se bagnata
+ Non emette cattivi odori
+ Morbida e confortevole
+ Non ha bisogno di lavaggi frequenti

- Particolare attenzione nel lavaggio
- Non elimina il sudore
- Più costosa

Giacche e pantaloni

Giacche e pantaloni da ciclismo sono generalmente antivento nella parte anteriore e traspiranti in quella posteriore per mantenere il corpo caldo e asciutto durante la marcia. Esistono ovviamente tanti tipi diversi di giacche e pantaloni. Le giacche a vento, per esempio, possono essere usate tutto l’anno grazie alla loro elevata traspirabilità. Se invece stai cercando qualcosa di meno leggero, puoi orientarti verso una giacca Softshell, più calda rispetto ad una semplice giacca a vento, ma pur sempre traspirante e impermeabile. Infine, ma non per questo meno importante, se fuori la pioggia è battente potresti aver bisogno di una giacca impermeabile al 100%. Queste però sono meno traspiranti degli altri tipi di giacche e possono inumidirsi internamente se indossate per lunghi periodi.


Cappelli e guanti

Guanti e cappelli a prova di vento rendono molto più piacevole andare in bici in inverno. Alcuni riparano solo dal vento, altri invece hanno anche proprietà isolanti per mantenere testa e mani ulteriormente al caldo.

Copriscarpe

I copriscarpe proteggono da pioggia, vento e fango. Ne esistono versioni antivento, altre completamente impermeabili e altre ancora isolanti per quando le temperature scendono di molto sotto lo zero. Possono essere usati su scarpe da corsa, da mountain bike e anche sulle scarpe che si usano tutti i giorni, per mantenerle sempre asciutte e pulite durante il tragitto. Un concetto così semplice, ma altrettanto efficiente.


Rendi la tua bici a prova d’inverno

Come per l’abbigliamento, anche la tua bicicletta ha bisogno del giusto equipaggiamento per permetterti di viaggiare in tutta sicurezza.

Copertoni invernali e chiodati

Anche le biciclette hanno gomme estive e invernali. Può capitare in inverno di dover pedalare in condizioni di neve e ghiaccio, la scelta in questo caso, può ricadere su tre tipi di gomme: chiodate, gomme con mescola speciale per l’inverno e infine quelle normali con gamme diverse.

Le gomme chiodate sono perfette su strade innevate e superfici ghiacciate. Quando ti trovi ad affrontare un percorso ghiacciato o ricoperto di neve, sostituire le gomme normali con un paio chiodato fa la differenza e ti assicura maggiore stabilità e aderenza. Questo tipo di gomme funziona al meglio sulla neve ormai compatta, visto che pedalare sulla neve fresca può essere difficoltoso anche con dei pneumatici chiodati. Più larghe sono le gomme, maggiore sarà la loro capacità di solcare la neve senza slittare.

I copertoni con mescola invernale sono ideali per le superfici ripulite da ghiaccio e neve, ma ancora scivolose a causa di pioggia, sale e altri detriti. Questa mescola è più resistente, ha maggior aderenza e scivola con più attrito. Alcune gomme hanno una resistenza maggiore per prevenire eventuali forature, molto frequenti a cause dei detriti che si accumulano sulle strade in quantità maggiore durante l’inverno.

Se dalle tue parti gli inverni sono miti e senza neve puoi continuare a utilizzare le gomme estive, ma ti consigliamo di controllare comunque lo stato di usura e se hanno ancora aderenza. Se possiedi una bici da corsa con ruote da 28 pollici, un paio di copertoni da ciclocross è la scelta giusta su strade bagnate. Se invece possiedi una mountain bike sarebbe meglio sostituire le gomme semislick con altre più aderenti su strada e non.

Parafanghi

Non tutte le bici hanno i parafanghi inclusi nel pacchetto standard. Alcune, come per esempio le biciclette ibride, le mountain bike e le bici da ciclocross ne sono sprovviste. Se sei un appassionato di ciclismo e vai in bici tutto l’anno, il nostro consiglio è di montare un paio di parafanghi per proteggerti da schizzi di fango e neve. A seconda del tipo di bicicletta che possiedi puoi scegliere tra parafanghi con fissaggio a vite, con fissaggio a clip o removibili.


Luci ed elementi catarifrangenti

Quando le giornate cominciano ad accorciarsi bisogna assicurarsi di essere sempre ben visibili nel traffico. È importante avere faretti anteriori e posteriori ben funzionanti così come elementi catarifrangenti sulla bici o sui vestiti. Secondo il codice della strada italiano, ogni bicicletta deve essere dotata di luci e catarifrangenti: la luce anteriore deve essere bianca o gialla, quella posteriore rossa come anche I catarifrangenti posteriori, mentre quelli su pedali e lati devono essere gialli.

Nel nostro assortimento troverai luci di diversa potenza e dai diversi tipi di montaggio (con o senza strumenti, a manubrio o per casco). Se ti trovi su una strada già illuminata, un faretto fino a 50 lumen è più che sufficiente. Se invece la strada non è illuminata, avrai bisogno di un faretto tra i 50 e i 100 lumen per vedere chiaramente il percorso davanti a te. Se invece ti ritrovi a pedalare in un bosco, su sentieri off road, ti serviranno più di 100 lumen. La potenza e l’ampiezza del fascio luminoso variano secondo il marchio.

Se lasci la tua bicicletta all’aperto durante il giorno o anche di notte, è meglio rimuovere i faretti, soprattutto se le temperature fuori sono molto basse, poiché il freddo riduce la durata delle batterie.

Se opti invece per delle illuminazioni a montaggio fisso, ti raccomandiamo di usare una dinamo a mozzo al posto della vecchia dinamo che sfrega ai lati delle gomme.

Luci Bici

Pulizia e manutenzione

I residui di neve e pioggia insieme a detriti e foglie, oltre a sporcare la bici, possono facilitare la formazione di ruggine, impedendo una prestazione efficiente.

Laddove ne avessi la possibilità, tieni la tua bici al chiuso, magari in cantina o in casa, in questo modo il freddo non intaccherà il funzionamento dei freni e del cambio.

È importante mantenere la catena sempre pulita e ben ingrassata. Controlla lo stato delle gomme regolarmente e assicurati che non ci siano pezzi di vetro, chiodi o piccole pietre. Non lasciare che le pastiglie dei freni siano troppo consumate, prima di cambiarle. I freni a disco sono ideali per l’inverno e lavorano meglio in condizioni di pioggia e freddo rispetto ai freni a pattino.

È consigliabile effettuare un controllo completo della bici dopo l’inverno, magari in un officina o negozio per biciclette, ma anche da soli.


Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3055
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4

INFORMATIVA SULLA PRIVACY
Everyday we get more people on bikes