Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.


Attacchi Manubrio (220 Articoli)

Morsetto manubrio (mm)

Selezionato:

Materiale

Selezionato:

Diametro morsetto forcella

Selezionato:

Marchio

Selezionato:

Peso (g)

  • 69 500

Prezzo (€)

  • -
    Accetta

Recensioni clienti

Selezionato:

Colori

Selezionato:
Classificare
Pagina 1 di
4
 
Classificare
Pagina 1 di
4

L'attacco al manubrio

Attacco manubrio FSA

L’attacco manubrio della bicicletta o stem può essere definito il volante della bici e con il suo movimento ci permette di dirigere il mezzo. È uno dei componenti che può cambiare in maniera più radicale il funzionamento della bicicletta e lo stile di guida del ciclista. L’attacco manubrio, infatti, può apparire come un elemento semplice ma in realtà è estremamente rilevante nel determinare la posizione in sella del biker e la gestione della velocità di sterzata. Un attacco manubrio resistente e robusto è anche fondamentale per garantire la sicurezza e supportare bene il peso del ciclista. I materiali più usati sono l’alluminio e il carbonio.

Prima di scegliere un nuovo attacco manubrio per la propria bicicletta bisogna tener in conto alcuni parametri importanti:

  • la taglia della bicicletta;
  • il tipo di bicicletta e la destinazione d’uso. Un attacco per bici da corsa sarà molto diverso da un attacco da MTB e anche nella stessa disciplina di montagna ci sono diversi modelli adatti a ogni specialità;
  • le dimensioni del ciclista: scegliere il giusto attacco manubrio in base all’altezza e al peso è importante per garantire la sicurezza e il confort. Un manubrio posizionato in maniera scorretta può far assumer al ciclista una postura sbagliata e causare mal di schiena mentre un attacco non adatto al peso potrebbe danneggiarsi a causa delle eccessive sollecitazioni;
  • lo stile di guida del ciclista. Per questo parametro entrano in gioco la disciplina ciclistica praticata ma anche le preferenze personali di chi guida la bici.

Le variabili dell’attacco manubrio che influenzano il comportamento del mezzo e quindi lo stile di guida del biker sono due:

  • lunghezza dello stem: questa misura ci permette di controllare la velocità di sterzata del manubrio. A minore lunghezza corrisponde una maggiore velocità di cambio di direzione e viceversa. Uno attacco manubrio corto sarà quindi più maneggevole sui tratti corti ma uno più lungo sarà più stabile e lento per i tratti lunghi. Per quanto riguarda la posizione del biker, un attacco manubrio lungo determina l’avanzamento del busto, che quindi è più orizzontale rispetto al terreno. In questo caso si abbassa anche il baricentro del corpo e questa posizione è particolarmente adatta per pedalare nei tratti in salita. Gli attacchi manubrio lunghi sono quindi ideali per quelle discipline che prevedono lunghi tratti a pendenza elevata, come nella corsa. La marca Red Cycling Products ha in catalogo attacchi manubrio per bici da corsa medi e lunghi, pensati per vari tipi di percorsi. Al contrario, per discipline con prevalenze di discese con il Downhill, è necessario scegliere un attacco manubrio per MTB non troppo lungo per evitare di avere il baricentro troppo spostato in avanti e rischiare di ribaltarsi. La marca Dartmoor offre attacchi manubrio corti adatti per il DH. Anche chi pratica discipline più aeree come il freestyle o la BMX dovrà scegliere un attacco corto. La marca Spank si specializza in attacchi manubrio da BMX e freestyle.
  • inclinazione: un’inclinazione del manubrio di 0° indica che è in asse con il canotto della forcella mentre un attacco manubrio con inclinazione positiva o rise avrà un angolo rialzato rispetto al terreno. Anche questa misura determina la posizione in sella del biker: un’inclinazione neutra o positiva, ovvero verso l’alto, sarà adatta per quelle discipline in cui ci sono più discese che salite, come nell’Enduro e nel DH, per avere un manubrio che porti ad avere un baricentro più alto. L’inclinazione negativa, ovvero verso il basso, viene preferita per le specialità veloci, come la corsa o le specialità XC e Marathon della MTB. Un attacco per bici da corsa, infatti, porta il ciclista ad assumere una posizione più aerodinamica e meno rilassata, con baricentro più basso.


Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3055
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?