Non riesci a visualizzare la finestra di sicurezza del browser di Paypal?

Clicca qui
per riaprire la finestra e concludere il tuo acquisto.

Ancora un po' di pazienza. Il tuo ordine è quasi concluso.

Biciclette da trekking donna (42 Articoli)

Sistema freni

Selezionato:

Taglia telaio (cm) Ti preghiamo di notare che la taglia consigliata è solo indicativa. Sulla pagina del prodotto puoi trovare un calcolo esatto della tua taglia ideale in base alla lunghezza delle gambe.

Selezionato:

Inserisci la tua altezza e noi sceglieremo la taglia adatta a te:

Conosci già la taglia del telaio adatta a te? Sceglila direttamente:

Marchio

Selezionato:

Peso (approx. kg)

  • -
    Accetta

Numero di marce

  • -
    Accetta

Tipo di cambio

Selezionato:

Tipo di materiale

Selezionato:

Colori

Selezionato:

Prezzo (€)

  • -
    Accetta

Recensioni clienti

Selezionato:

Bici da trekking da donna

Sia nelle versioni con telaio trapezoidale e l'accesso a mezza altezza che in quelle con telaio wave ad altezza molto bassa, i modelli da trekking da donna si riconoscono facilmente da lontano. È stato fatto molto di più che semplicemente posizionare più in basso il tubo superiore per garantire comodità a chi fa trekking. In generale, i modelli femminili sono un po’ più corti e il manubrio un po' più alto rispetto ai modelli maschili. Questo consente una posizione di guida comoda su brevi e lunghe distanze. Le bici da trekking da donna, grazie alla dotazione completa, sono completamente adatte all'uso quotidiano, ma offrono di solito una vasta gamma di rapporti di trasmissione del deragliatore e un netto vantaggio nelle distanze più importanti.

Classificare
Pagina 1 di
1
 
Classificare
Pagina 1 di
1

Le bici da trekking per donna

Bici trekking donna

Tra il pubblico appassionato del cicloturismo sta crescendo sempre di più la percentuale di donne che decidono di optare per questo tipo di turismo slow, rilassante e appagante, che permette anche di fare una buona dose di esercizio fisico giornaliero. Normalmente chi fa trekking rimane in sella al proprio mezzo per varie ore quindi è molto importante scegliere la bicicletta più adatta per il fisico del biker e per le esigenze specifiche di questo tipo di viaggi.

La corporatura delle donne è abbastanza diversa dalla corporatura maschile sotto vari punti di vista: le donne sono nelle gran parte dei casi più basse degli uomini, hanno il bacino più ampio, le braccia più corte e le gambe più lunghe in proporzione rispetto alla lunghezza del busto. Per questo motivo una bici da trekking da donna, che sarà usata per molti chilometri e per pedalate abbastanza lunghe, dovrà adattarsi a queste caratteristiche corporee specifiche.

Caratteristiche delle bici da trekking da donna

Tra le differenze fra bici da trekking da donna e bici da trekking da uomo troviamo:

  • la forma del telaio: la maggiore differenza sta nella posizione della canna superiore. Nella maggior parte dei modelli da uomo questa è orizzontale rispetto al terreno mentre nei modelli da donna è obliqua. Questa differenza deriva dalle prime biciclette inventate alla fine del 1800: a quell’epoca le donne erano solite indossare ampi vestiti con gonne lunghe fino ai piedi ed era molto difficile scendere dalla bici senza dover alzare la gonna. Per motivi di pudore, le canne delle biciclette femminili vennero abbassate e questa usanza si è tramandata fino ai giorni nostri, anche se ormai le donne non indossano più quel tipo di abbigliamento. Alcuni modelli di bici da trekking da donna hanno il cosiddetto telaio a “wave” o “easy entry”, ovvero con un unico tubo obliquo dallo scavalco molto basso. Una marca che offre questo tipo di bici da trekking da donna è la Cube. Le biciclette da trekking da donna dal design più sportivo hanno invece un telaio a trapezio con canna obliqua ma differiscono da quelle da uomo per la grandezza totale della struttura, sono infatti più piccole e anche più corte. Tra le marche che hanno in catalogo queste bici da cicloturismo c’è la Ortler.
  • il manubrio: poiché le donne hanno le braccia più corte degli uomini in proporzione al resto del corpo, il manubrio di una bici da trekking per donna sarà montato leggermente più alto, proprio per garantire la massima comodità di guida e non affaticare la schiena con una posizione troppo orizzontale rispetto al terreno. Un’altra differenza sta anche nella lunghezza del manubrio: per una postura ottimale questa deve essere uguale alla larghezza delle spalle del ciclista. Siccome le donne hanno le spalle più strette, di conseguenza il manubrio sarà più corto.
  • la sella: la caratteristica ossea che più differenzia l’uomo dalla donna è la larghezza del bacino. Le donne hanno un bacino leggermente più corto e molto più largo rispetto agli uomini e quindi un mezzo su cui si sta seduti per molte ore, come la bicicletta, deve poter accomodare questa differenza. Per questo motivo le bici da trekking da donna hanno un sellino più largo e un piantone del telaio più obliquo, in modo da assicurare la massima comodità anche in caso di lunghe pedalate.


Hai bisogno di aiuto?
Contatta i nostri esperti! Lun-Ven: 10 -17
02 6006 3055
Newsletter
Registrati ora e riceverai un buono sconto di 10 €.
Offerte esclusive e fantastici buoni sconto ti aspettano.4
Clienti soddisfatti
Sei soddisfatto del servizio?